Hashtag di Instagram: 8 regole d’oro che devi conoscere e seguire

Hashtag di Instagram

Gli hashtag sono molto importanti per il marketing su Instagram e possono aiutarti ad aumentare la tua portata, a metterti in contatto con il pubblico di destinazione e a creare consapevolezza del marchio.

In questa pubblicazione, parleremo di come ottenere il massimo dal tuo insta-marketing con le migliori pratiche degli hashtag, da come ricercare e selezionare i tuoi hashtag su come usarli per ottenere il massimo impatto.

Sappiamo che trovare i migliori hashtag di Instagram per la tua azienda è un compito diverso. È per questo che, combinando tutto ciò che abbiamo appreso sulle migliori pratiche (e peggiori), abbiamo selezionato queste 8 regole d’oro per aiutarti a utilizzare gli hashtag di Instagram per migliorare e rappresentare con precisione il tuo marchio.

Regola 1: Ricerca

Devi avere una buona idea di quali hashtag dovresti usare, altrimenti potresti finire con un sacco di termini che non fanno molto per te.

Ti consigliamo di dividere l’indagine nelle seguenti fasi:

Ricerche di mercato: esamina i termini che il tuo pubblico e i tuoi colleghi del settore utilizzano nelle loro pubblicazioni. Probabilmente puoi vedere alcune tendenze comuni e ottenere idee per gli hashtag che desideri utilizzare. Fai clic sugli hashtag che vuoi vedere se sembrano attivi o rilevanti per quello che vuoi fare.

Ricerca della concorrenza. Questo farà parte della ricerca di mercato, ma si focalizzerà esclusivamente sulla concorrenza. Quali hashtag stai usando? Cerca punti comuni e nuovi termini che ritieni possano attirare il tuo pubblico di destinazione.

Utilizzare gli strumenti di ricerca hashtag. Ti consigliamo Hashtagify, che ti mostra la popolarità di ogni singolo hashtag e termini correlati. Ciò può aiutarti a identificare gli hashtag ad alte prestazioni e alta visibilità che puoi utilizzare per aumentare la copertura e ottenere nuovi follower.

InstaboomTip: crea la tua lista di hashtag.

Durante la ricerca degli hashtag più adatti, ti consigliamo di compilare i termini contenuti nelle liste organizzate. Divisi per tipo di hashtag. Es: è una nicchia di interesse per i seguaci di Game of Thrones? Sono mirati agli utenti in determinate località? Conservali tutti in un documento o programma che ti permetta di organizzare gli hashtag per categoria in modo da poterli recuperare quando necessario. Credimi, questo ti farà risparmiare un sacco di tempo ed energia!

Regola 2: crea un marchio hashtag e condividilo costantemente

Un hashtag di marca ti aiuterà a stabilire la consapevolezza del marchio e sarà anche una parte importante della maggior parte dei concorsi che puoi creare e delle campagne per i contenuti generati dagli utenti.

È un ottimo modo per fare in modo che gli utenti trovino fonti di contenuti create da te e per te.

Quando un utente cerca un marchio Hashtag, il contenuto generato da altri utenti sarà quasi sempre il primo a comparire. È ciò che può portare a convincerlo a comprare, quindi è una strategia molto efficace.

Gli hashtag di marca devono essere unici per te. Spesso includono il nome del marchio, ma potrebbero anche essere rilevanti per la tua attività o campagna.

Assicurati che siano semplici, quindi sono facili da scrivere e da usare.

Mix di regole 3

Cambia gli hashtag che stai utilizzando, ad eccezione dell’hashtag del tuo brand. Mantenendo la diversità delle cose, avrai più possibilità di raggiungere il maggior numero possibile di spettatori.

Gestisci l’hashtag come parole chiave: puoi spaziare più che puoi.

Per semplificare, ti consigliamo di programmare in anticipo i contenuti per i clienti.

Crea un calendario di contenuti con diversi tipi di pubblicazioni e poi copia e incolla diversi hashtag rilevanti per ciascuno, in modo che tutti contengano frasi diverse e vengano visualizzati in ricerche diverse.

Regola 4: Posiziona gli hashtag sotto il contenuto principale

I tuoi hashtag saranno più efficaci come contenuti principali, ma ciò non significa che puoi sopraffare immediatamente gli utenti.

Posiziona sempre almeno una riga di separazione tra il messaggio principale e la maggior parte degli hashtag.

Ciò rende più facile per gli utenti leggere il sottotitolo reale e renderlo più propenso a farlo, ma non ostacola la sua portata.

Questa regola d’oro potrebbe cambiare leggermente. Attualmente, Instagram sta testando un formato di pubblicazione che consenta ai marchi di elencare i propri hashtag in un blocco designato completamente separato dal titolo. Un cambiamento come questo può migliorare l’estetica senza compromettere la portata, ma abbiamo bisogno di vedere di più per saperne di più.

Regola 5: utilizza gli hashtag che il tuo pubblico sta cercando

A volte, trovare il tuo pubblico può essere difficile. Ma diciamo che puoi connetterti con un food blogger locale per promuovere il tuo ristorante e vedere quali hashtag sono correlati al cibo che stai utilizzando. Il primo passo è scrivere “foodie” (questo potrebbe essere scambiato con “travelblogger”, “personaltrainer”, ecc.).

Le persone che si identificano in questo modo spesso usano questi hashtag e quindi possono vedere quali altri hashtag usano per parlare dei loro interessi.

Dai un’occhiata anche alle persone che attualmente seguono il tuo profilo, se possibile. Guarda le loro pubblicazioni e guarda i loro hashtag. Probabilmente riflettono il tipo di frasi che puoi usare per entrare in contatto con altre persone come loro e darti un’idea di ciò.

Regola 6: Crea una lista di hashtag combinabili tra loro

Vi sono alcune informazioni sul numero ideale di hashtag che dovrebbero essere utilizzati. In questo momento, le prove contano in media circa 5-10 hashtag. Se copi e hai gli stessi hashtag in ogni post e Instagram lo rileva, puoi catalogarlo come SPAM e ridurre la visibilità delle tue pubblicazioni.

Gestire 11 hashtag è una grande strategia, ma un’altra forte sta usando l’approccio 10/10/10. È consentito utilizzare fino a trenta hashtag per post. Alcuni marchi utilizzeranno 10 hashtag centrati sulla posizione, 10 hashtag di interesse generale e 10 hashtag di interesse di nicchia per raggiungere il maggior numero possibile di membri del proprio pubblico.

Regola 7: Usa hashtag nelle tue storie

In questo modo, quando un utente cerca l’hashtag, può vedere la tua storia di Instagram. Questi hashtag appariranno nella barra superiore della pagina, insieme al pulsante segui dell’hashtag.

 

Regola 8: Aggiungi l’hashtag del tuo marchio nella biografia del tuo profilo

Devi anche aggiungere il marchio Hashtag alla biografia del tuo profilo. Quando aggiungi il simbolo # davanti al testo, diventerà un hashtag cliccabile. Questo genera la consapevolezza del marchio, aumenta l’UGC (specialmente se è collocato accanto a una chiamata specifica) e può inviare gli utenti direttamente a una galleria di pubblicazioni sul tuo marchio.

Conclusioni

Gli hashtag di Instagram sono una parte importante del marketing di Instagram in generale, quindi dovresti usarli correttamente.

Ciò include la ricerca di hashtag in modo da poter scegliere quelli giusti e usarli strategicamente per aumentare l’esposizione e addirittura aumentare determinate azioni dei tuoi follower.

Quando usi gli hashtag, puoi sempre provare diverse strategie per vedere cosa funziona.

Sarà difficile tracciare l’impatto di hashtag specifici guardando alcune pubblicazioni, ma provando diverse strategie, puoi avere un’idea di cosa funziona e perché.

Ciò che è chiaro è che l’uso degli hashtag è l’opzione migliore per far crescere in modo naturale la tua community. E connettiti con il tuo pubblico di destinazione, creando una relazione a lungo termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

ACEPTAR
Aviso de cookies